Complice

 

La foto che vedete in copertina è stata scattata nel 2013. Da me. Ero in visita al campo di concentramento di Mauthausen, ultima tappa dopo la classica gita di Maturità di quinta superiore. Non proprio un ottimo momento per cogliere il significato di quel luogo. Si sà, momento di spensieratezza, divertimento. Riguardandola oggi penso sia il miglior modo per celebrare la (mia) giornata della memoria. Dico mia non perchè sia un egoista egocentrico, ma perchè credo che in occasioni come questa, nella quale la società ci “obbliga” a fare qualcosa, nel momento stesso in cui obbedisci, svuoti del tutto il significato che, in questo caso, la giornata della memoria vorrebbe significare. Insomma, io credo che nessuno debba obbligarci a fare una cosa, tanto meno ricordare. Ognuno deve essere libero di fare quello che vuole, anche se non è politically correct, o non va nello stesso senso della massa. Anzi, la maggior parte delle volte, quando questo accade, è un bene.

A volte mi domando cosa voglia dire essere complice di qualcosa, a prescindere dalla questione giuridica, quante volte ci siamo sentiti presi in causa in qualcosa che noi non abbiamo effettivamente commesso o che ci tocca di striscio. Quante volte capita che facciamo qualcosa solo perchè sennò poi il senso di colpa ci riempirebbe di frustrazione. O, ancora, quante volte facciamo qualcosa solo perchè tutti gli altri la fanno. La giornata dedicata alla memoria della Shoah non deve essere nessuna di queste cose secondo me. Ed è difficile nella società in cui viviamo riuscire a prendersi del tempo per sè, ancora di più riuscire a fare qualcosa di proprio. Siamo tutti ossessionati dalla condivisione dei momenti della nostra vita, di dimostrare che tutto va bene, che non perdiamo mai, che non c’è mai qualcosa che ci va male. Più che post-verità, io parlerei di falsa-felicità. Vorrei che chi venisse a contatto di queste poche frasi, dei miei contenuti, riesca a maturare un senso di autocritica verso di me, certo, ma soprattutto verso sè stesso. Vorrei poter fare qualcosa, vorrei poter essere complice di creare, nel mio pezzettino, un momento di riflessione in voi. Non importa se poi l’outcome finale sia diverso da ciò che penso io, o che sia tempo perso.

Io considero la storia interessante perchè chi ci racconta le cose che sono accadute lo fa sempre da un suo punto di vista, quindi bisogna ascoltarli tutti per farsi la propria idea (e ciò richiede tempo, e quindi interesse); ma soprattutto perchè se le cose che studiamo e leggiamo sono già accadute, sono irrimediabili, di conseguenza tutto quello che accadrà sarà solo merito/colpa nostra. Siamo complici della storia, volendo attori. E in quanto complici abbiamo, non il diritto, ma questa volta il dovere di preservare il futuro a chi verrà dopo di noi. Di lasciare qualcosa di migliore. Tutto questo non è semplice, non è immediato e molto probabilmente non è neanche cool. E’ semplicemente giusto. Mai come nella nostra società, come nei giorni nostri, l’uomo è stato così libero. Di pensare, fare, dire, creare qualunque cosa lui voglia. Spetta a noi decidere cosa vogliamo essere: complici di non aver fatto, o complici di averci provato.

In ogni caso ricordate che se voi non scegliete, qualcun’altro lo farà per voi. E’ questo è tutto tranne che libertà.

 

Il mio account di WordPress/Gravatar: riccardo_msc93
La fanpage di Point of View su Facebook: Pointofview500
Tutte le Info sul blog le trovate qui: info
Contatti e tutto quello che c'è da sapere di me: Contacts - About
Il mio account di Twitter: Riccardo_msc93
Il mio account di Instagram: riccardomsc
Il mio blog e account di Tumblr dedicato alle mie foto: Uncharted


Per qualunque tipo di richiesta, la mia mail è: moschettiriccardo@yahoo.com
PointofView by Riccardo Moschetti
Annunci

Autore: riccardo_msc93

Class 93, stronger supporter of rationality. Federalist, political animals. Student by choice, Bac in Technique of informatics business administration, graduated in Political science, now postgraduate student in International Relations at University of Turin. Writing, reading and interested in politics, economics and society. Ph for passion. Looking for new large issues, trying to surprise me. Again.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...